Lawless Trailer + Recensione

La storia di tre fratelli coinvolti nel traffico clandestino di alcolici

Celebrità

Contenuti Extra

Altri Post

Ultimi contenuti caricati

Archivio

Nella Virginia dei primi anni del proibizionismo i tre fratelli Bondurant (interpretati da Shia LaBeouf, Tom Hardy e Jason Clarke) distillano e vendono clandestinamente alcolici, prima fuori città, senza immischiarsi con i gangster che si ammazzano tra loro per le strade, poi alzando il rischio e il tenore degli affari, quando anche il più giovane dei tre, Jack, trova il coraggio che inizialmente sembrava non avere. L'arrivo da Chicago di Charlie Rakes (Guy Pearce), rappresentante della legge corrotto e feroce, mette però i fratelli Bondurant sulla strada di una guerra inevitabile e all'ultimo sangue.

Abbandonato l’outback australiano di La proposta e gli scenari post-apocalittici di The Road, John Hillcoat assieme a quello che è ormai diventato il suo fido sceneggiatore Nick Cave (che qui naturalmente ha curato anche la splendida colonna sonora), si tuffa nel genere americano per antonomasia (assieme al western), il gangster movie.
Il problema per Hillcoat è che gli originali (C’era una volta in America, The Untouchables - Gli intoccabili e la serie Boardwalk Empire) sono lì in bella mostra, incisi a fuoco nella memoria del cinefilo e dove è rimbalzato Michael Mann con Nemico Pubblico, rimbalza anche Lawless senza minimamente scalfire l'ideale playlist dei top del genere.

Lawless (tratto dal libro "The Wettest Country in the World" di Matt Bondurant, il nipote del personaggio interpretato da Shia LaBeouf) ha il passo lento ma sicuro del classico e se appare in qualche maniera derivativo non si può negare il robusto senso dello spettacolo da parte di Hillcoat, capace anche di tirare fuori il meglio da (quasi) tutti i suoi protagonisti.
Se Guy Pearce appare a tratti eccessivo, Tom Hardy ruba la scena ogni volta che afasico fa “Hmmm” (non muore neanche con la gola tagliata da parte a parte) e anche quella di Shia LaBeouf che dimostra maturità.
Peccato per i personaggi femminili che sono troppo sacrificati e qui si parla di Jessica Chastain (nel ruolo della “puttana redenta”) e Mia Wasikowska, due attrici sulla cresta dell'onda. 

Alla fine le uniche cose memorabili sono proprio Tom Hardy (sempre) in cardigan e le tette di Jessica Chastain. Sarà frivolo e superficiale, ma non vedo altri buoni motivi per vedere Lawless.

Il Cinefilo Cinofilo

Consigliati per te

Altri contenuti che potrebbero piacerti scelti dallo Staff di Donnaperfetta.com

I più letti

I vostri preferiti

Ultime Raccolte

        Commenti